Gruppo Capitolo Vittoria BNI

22 Giugno 2018

Sono finito in un Capitolo…

luzzpresents: vi presenta un’organizzazione che genera business

Già! Da qualche mese sono proprio finito a far parte di un capitolo!
No, non sono un personaggio di un bel romanzo… non si tratta del capitolo di un libro, ma di un gruppo -denominato appunto “capitolo”- di BNI Italia.
Ecco, in queste righe vorrei spiegare (e ci provo nel modo più semplice possibile), cosa è BNI®, Business Network International.

Cos’è BNI

Si tratta di gruppi di professionisti che si riuniscono una volta alla settimana con lo scopo di scambiarsi referenze attive. In altre parole, il passaparola strutturatoda sempre la miglior pubblicità per un’Azienda.
Infatti, se il passaparola (che solitamente avviene in maniera estemporanea e non è perciò predeterminato) viene invece attuato in modo “strutturato”, il risultato è certo.

Obiettivo dunque: aumentare la propria clientela grazie all’aiuto di tutti gli altri membri del gruppo, che diventano così i nostri sponsor, i nostri promotori.

Ogni membro settimanalmente incontra gli altri professionisti, li conosce a fondo, per poi parlarne ad amici e conoscenti, alla prima occasione.

“Conosci per caso un buon dentista?”; “Mi sapresti suggerire uno Studio del Lavoro?”; “Vorrei consigliarti un ottimo commercialista!”.
Queste sono situazioni che capitano a tutti; chi frequenta BNI ha spesso le risposte a queste domande, non solo per soddisfare le proprie esigenze dirette perciò, ma anche per quelle dei suoi conoscenti.

n.b.: in ogni gruppo non vi può essere sovrapposizione di attività; es: un solo fotografo, un solo grafico, un solo meccanico, un solo osteopata…

BNI (BNI Business Network International) è nato negli USA negli anni ’80 e nel 2003 è sbarcato in Italia. No… non si tratta di una di quelle organizzazioni piramidali dove tanti fanno arricchire pochi. Qui si fa business! E non è nemmeno una di quelle organizzazioni “a scopo benefico” che cela altri interessi… Qui il business è palesato, e anche certificato.

logo bni

Come funziona BNI?

Non girano percentuali commissionali tra i membri, non è quello l’obiettivo.
Parliamo di DARE per RICEVERE: in inglese “Givers Gain”, che potremmo tradurre anche in “chi dà ne avrà un ritorno” oppure “chi dà riceve”.

Insomma, se io promuovo te, tu prima o poi finirai per promuovere me. Ma il primo passo lo devo fare io.

Mi piace questo, anche paragonandolo al comportamento nella vita… chi dà prima o poi riceve. Chi dona solitamente non lo fa con lo scopo di ricevere qualcosa indietro, ma si sa che nella vita tutto torna… perciò è molto bello essere i primi a muoversi verso il prossimo.

Nel business è certamente diverso: si dà per avere poi qualcosa in cambio. Il ritorno ci dovrà essere, il ROI (return on investment) è basilare per qualsiasi Azienda.

Ma quanto costa far parte di BNI?

Non è gratis far parte di un Capitolo BNI, e non è nemmeno scontato che si venga accettati… Bisogna essere presentati da un altro membro, provare di essere seri professionisti, oltre che partecipare con una retta annuale e dimostrarsi sempre attivi; si tratta quindi di un investimento che definirei “attivo”, “propositivo”.

Alla base di tutto c’è la serietà e l’attenzione verso gli altri membri. In BNI si dice “siamo contadini, non cacciatori”… Ci vuole tempo per sviluppare e far crescere la conoscenza tra professionisti. Io potrò attivamente suggerire a terzi l’attività professionale di un membro del gruppo (“capitolo” abbiamo imparato) solo se sarò certo della qualità dei servizi di tale professionista.

Insomma, partecipando agli incontri settimanali con il giusto spirito (alle 7,30 del mattino…! Per un’ora e mezza), non solo sarà messo a frutto l’investimento, ma si potranno anche coltivare nel tempo importanti relazioni personali.

Questo è BNI, organizzazione fatta di professionisti con il fine di aumentare il proprio business.

Davide Luzzati di luzzpresents:, vicepresidente Capitolo Vittoria di Genova in questo semestre (Giugno 2018)

BNI Genova
2018-06-22T08:40:56+00:00

2 Comments

  1. simona 15 ottobre 2018 at 13:01 - Reply

    Buongiorno Davide, volevo sapere se ad oggi a distanza di altri mesi, la tua esperienza in BNI ha prodotto effettivi benefici professionali. E soprattutto, se sono valsi l’impegno di tempo e denaro che questo network comporta. Ho partecipato (invitata/presentata) ad un incontro BNI, sono rimasta favorevolmente colpita da alcuni aspetti dell’incontro ma tiepida e scettica verso altri. Sto cercando di farmi un’idea più precisa. Ti ringrazio per il tempo che vorrai dedicarmi. Simona da Roma.

    • Luzz 15 ottobre 2018 at 13:40 - Reply

      Ciao Simona.
      Guarda, la cosa è questa: dipende molto dal gruppo (Capitolo) e dall’atteggiamento dei membri. Se uno vuole solo “prendere” e non è disposto a “dare”, allora il capitolo non funziona. Se uno invece entra con l’obiettivo di rendersi utile agli altri allora col tempo funziona. Col tempo però… A seconda dell’attività che svolgi potrebbe essere questione di diversi mesi “vedere un ritorno”. Ma -paradossalmente, visto che si tratta di un investimento per la tua Azienda/Attività- la tua partecipazione deve essere nell’ottica del “dare”, non del “prendere”. Le tue azioni a favore degli altri alla lunga “ti si ritorceranno contro”… in positivo ovviamente. Tornando all’inizio della mia risposta: “dipende però dall’atteggiamento di tutti quanti”; se si applicano al meglio le indicazioni BNI (magari personalizzandole in positivo, laddove si ritiene), allora ha senso. Poi ci sono molti altri aspetti che si potrebbero discutere (consolidamento rapporti personali, acquisizione nuove conoscenze “trasversali”, o magari criticità), ma ho scritto già fin troppo… Spero questo ti possa aiutare. Davide (Genova)

Leave A Comment